RecensioniRubriche

Eleanor Oliphant sta benissimo – Gail Honeyman

posted by Giulia luglio 31, 2018 0 comments

Perchè tanto successo?

Di solito non leggo ciò che ha il sentore di essere troppo commerciale…ma stavolta sono stata attratta dal libro di Gail Honeyman, Eleanor Oliphant sta benissimo, incuriosita di scoprire come fa un romanzo di esordio a divenire il caso editoriale dell’anno.

Così l’ho acquistato, l’ho letto e alla fine… non ho capito il motivo di tanto successo. Non che la storia sia brutta in sé, anzi, sinceramente mi è piaciuta, ma ci sono molti aspetti che a mio avviso non lo fanno rientrare tra quei libri che io ritengo dei “capolavori” degni di tanta fama. Continue Reading

RecensioniRubriche

RESTO QUI – Marco Balzano

posted by Giulia luglio 30, 2018 0 comments

Resto qui è il romanzo di Marco Balzano, finalista al premio Strega 2018.

Appena letta l’ultima frase ho pensato: questo è il libro che avrei voluto scrivere io.

Ho scelto di leggerlo attratta dalla copertina che mostra una foto del Lago di Resia, in Val Venosta, dalle cui acque svetta  il campanile di una chiesa. Prima di leggere questo libro conoscevo la storia del paese “sommerso” solo a grandi linee e la curiosità di approfondirla mi ha spinto ad acquistarlo. Continue Reading

RecensioniRubriche

Le ore – Michael Cunningham

posted by Giulia giugno 18, 2018 0 comments

Viviamo le nostre vite, facciamo qualunque cosa e poi dormiamo – è così semplice e ordinario. Pochi saltano dalle finestre o si annegano o prendono pillole; più persone muoiono per un incidente; e la maggior parte di noi, la grande maggioranza, muore divorata lentamente da qualche malattia o, se è molto fortunata, dal tempo stesso. C’è solo questo come consolazione: un’ora qui o lì, quando le nostre vite sembrano, contro ogni probabilità o aspettativa, aprirsi completamente e darci tutto quello che abbiamo immaginato, anche se tutti tranne i bambini (e forse anche loro) sanno che queste ore saranno inevitabilmente seguite da altre molto più cupe e difficili. E comunque amiamo la città, il mattino; più di ogni altra cosa speriamo di averne ancora.

Le Ore, di Michael Cunningham, vincitore del premio Pulitzer del 1999, è semplicemente un libro incantevole che parla di vita, che mostra pagina dopo pagina l’urto costante tra la vita e la morte, di quanto l’una non possa mai slegarsi dall’altra.

La nostra vita è fatta da un susseguirsi di ore; ce ne saranno di piacevoli che quasi sicuramente saranno poi seguite da altre spiacevoli, consapevolezza dalla quale non si può fuggire, forse neppure quando siamo bambini, come ci dice Cunningham.

 

Il tempo scorre, un tempo che, come nel La signora Dalloway di Virginia Woolf, libro sul quale l’autore ha con molta abilità costruito il suo romanzo, è l’elemento oggettivo che passa con secchi riecheggi, in perpetuo contrasto con l’animo umano, che muta continuamente, in balia di se stesso, di ciò che vive e di ciò che lo circonda. Continue Reading

ARTICOLIRubriche

La figura dell’editor – Intervista a Cecilia Rutigliano

posted by Giulia maggio 8, 2018 0 comments

Chi è un editor?

La storia di un libro è sempre molto lunga. Non basta avere buone idee, bisogna anche saperle scrivere. Ma non basta neppure questo. Anche lo scrittore più bravo ha bisogno di una figura professionale che lo affianchi, che lo aiuti a far brillare la sua opera che per quanto ben scritta sia, avrà sempre bisogno di qualcosa in più: una specie di tocco magico. Questo lavoro così prezioso e delicato viene svolto dall’editor.

Per il mio libro,Ti regalo il cielo, ho avuto la fortuna sfacciata di poter collaborare con una professionista meravigliosa, una donna seria, preparata, puntuale e sensibile e nello stesso tempo simpatica e alla mano che mi ha guidata comprendendo il mio stile, rispettando la mia scrittura ed accogliendo con sensibilità le tematiche della mia opera. Insomma, facendo tutto ciò che ci si aspetta da un ottimo editor!

Lascio perciò la parola a lei, Cecilia Rutigliano di Edillia – servizi editoriali e redazionali che attraverso questa breve intervista ci apre la porta sul mondo dell’editor.

Cecilia Rutigliano

Cecilia Rutigliano

Continue Reading

RecensioniRubriche

Voi due senza di me – Emiliano Gucci

posted by Giulia maggio 1, 2018 0 comments

Voi due senza di me è il primo libro che leggo di Emiliano Gucci e l’ho letto grazie al consiglio prezioso di un caro amico che abbiamo in comune, Roberto, la cui recensione la potete trovare sul suo blog cliccando QUI.
La lettura è stata rapida e si è conclusa in pochi giorni, segno questo che il libro mi ha coinvolta, conquistata ed anche piacevolmente stupita.

Continue Reading

RecensioniRubriche

Lolita – Vladimir Nabokov

posted by Giulia aprile 10, 2018 0 comments

Leggere Lolita è stato molto impegnativo e la lettura si è protratta oltre i miei tempi abituali.

Lolita non è un libro semplice; è la narrazione di un’ossessione. Di una perversione. Di un uomo malato e del suo amore che, come lui, non può che essere folle.

Vladimir Nabokov affronta il tema della pedofilia contrapponendo alla disumanità di tale perversione, una scrittura raffinata e minuziosamente seducente, tale da trasformare spesso la prosa in una sorta di poesia, un’abilità questa, rara e esercitabile solo da un sapiente esteta della parola.

Continue Reading

RecensioniRubriche

L’Amante – Marguerite Duras

posted by Giulia marzo 1, 2018 0 comments

Ma poi glielo aveva detto. Le aveva detto che era come prima, che l’amava ancora, che non avrebbe potuto mai smettere d’amarla, che l’avrebbe amata fino alla morte.

L’ Amante è un romanzo della scrittrice francese Marguerite Duras, pubblicato per la prima volta nel 1984.

La lettura di questo romanzo mi è stata consigliata da una persona a me molto cara, della quale mi sono fidata accettando di leggere qualcosa che in realtà, mi spaventava. Devo ammettere di aver sempre avuto grossi pregiudizi verso il genere erotico che mi hanno spinto ad evitare certi tipi di romanzi, immaginandomeli come non sono, non tutti, almeno. Continue Reading

ARTICOLIRubriche

Gli orizzonti sfumati dell’esattezza

posted by Giulia febbraio 23, 2018 1 Comment

Ormai lo abbiamo capito, Calvino procede per dicotomie, alle volte di difficile interpretazione. Il suo pensiero è pervaso da una dualità che si manifesta spesso in maniera contorta, nel tentativo di spiegare qualcosa che forse non ha prima di tutto ben chiaro neppure lui.

Così adesso, dopo aver riflettuto su una Leggerezza Pensosa e su una Lenta Rapidità, ci troviamo davanti a quella che potrei definire una Vaghezza Esatta. Prima però di parlarvene, faccio un passo indietro ritornando su questa profusione di duplicità del pensiero calviniano. Via via che vado avanti nello studio di questo libro, si consolida in me l’idea che Calvino, come osservatore del mondo di cui vuole raccontare, riesca a coglierne l’aspetto dubbio che esso nasconde, alle volte senza riuscire a districarsi da tale ambiguità. Ed è questa forse l’origine del suo pensiero che riconosce nell’ esistenza umana una continua ricerca verso un punto di incidenza e cercandolo si rende conto dell’impossibilità di incontro perché la vita è essa stessa un continuo equilibrio fra punti che non si incontrano mai, che si attraggono e si respingono allo stesso modo.

La contrapposizione, se ci pensiamo, è insita in noi stessi.

Continue Reading

ARTICOLIRubriche

Un solo istante in tanto tempo

posted by Giulia febbraio 13, 2018 1 Comment

Lezioni Americane – Rapidità

Festina lente, ovvero affrettati lentamente, è una massima latina che Italo Calvino scelse come suo motto.

Questo motto è rappresentato da una tartaruga, emblema di lentezza e di prudenza, e una vela mossa dal vento, che al contrario esprime la mobilità e la forza di azione ( Cosimo dei Medici ne fece il simbolo della sua flotta nel XVI secolo). In questo ossimoro si contrappongono quindi la velocità e la lentezza ed il messaggio che ne scaturisce è di agire senza indugi, ma pur sempre con cautela.

Ecco dunque, dopo la leggerezza pensosa, un’altra dualità che Calvino sostiene essere un valore imprescindibile dello scrivere, ovvero quella che potremmo battezzare una lenta rapidità.

Nella sua lezione dedicata appunto alla rapidità, afferma che essa però non è un valore in sè e sostiene che “il tempo narrativo può essere anche ritardante, o ciclico, o immobile. In ogni caso il racconto è un’operazione sulla durata, un incantesimo che agisce sullo scorrere del tempo, contraendolo o dilatandolo.”

Continue Reading

ARTICOLIRubriche

I GENERI LETTERARI – PRIMA PARTE

posted by Giulia febbraio 5, 2018 0 comments

Dalla BIOGRAFIA all’ HORROR

Come già anticipato nel precedente articolo, di seguito qualche accenno ai vari generi letterari, con alcuni, spero graditi, consigli di lettura.

 

BIOGRAFIA ED AUTOBIOGRAFIA

Etimologia del termine: dal greco biographia, bios = vita, graphia = grafia.

La biografia è una ricostruzione letteraria della vita di un personaggio più o meno noto.

E’ uno dei generi lettterari più antichi.

Quando l’autore è il protagonista della biografia allora si parla di autobiografia.

Potete leggere:

Biografia: Einstein. La sua vita, il suo universo. Autore Walter Isaacson. PER ACQUISTRALO CLICCA QUI

Autobiografia: Lungo cammino verso la libertà, di Nelson Mandela.  QUI Continue Reading

ARTICOLIRubriche

L’intricata rete dei generi letterari

posted by Giulia febbraio 5, 2018 2 Comments

Proviamo a far chiarezza…

.

I generi letterari sono moltissimi ed in continua evoluzione. Non sempre è facile distinguerli e spesso anche gli scrittori non hanno le idee chiare in proposito e può capitare che non sappiano collocare la propria opera nel genere giusto: sarà un romanzo rosa oppure un giallo? Thriller o d’avventura?

Sembra impossibile che sia così difficile districarsi nel mondo letterario, eppure alle volte succede perché, oggi più che mai, i romanzi possono contenere alcune caratteristiche che appartengono a generi diversi e questo li rende di conseguenza di difficile collocazione.

Io stessa ho scritto il mio libro Ti regalo il cielo con l’idea della trama in testa, ma nessuna certezza sulla sua futura collocazione (anche se non nego che volevo evitare di farlo ricadere in un romanzo rosa).

All’ interno di esso si alterano elementi diversi che di primo acchito possono rendere difficile capire il genere a cui appartiene; più volte sono stata travolta dall’indecisione e ho avuto bisogno di una persona esperta per capire che si trattava di un romanzo di formazione. Continue Reading

ARTICOLIRubriche

Volare con i piedi per terra

posted by Giulia febbraio 3, 2018 1 Comment

Marc Chagall – La Passeggiata (1917)

“La leggerezza è un valore e non un difetto.”

Questo è quanto afferma Calvino in “Lezioni Americane“.

Mi sono fermata a riflettere su questa apparente contraddizione.

Penso alla leggerezza e alle figure che questo termine mi dipinge nella mente: nuvole, cielo, volo, farfalle, azzurro… Elementi che in effetti non hanno niente di riprovevole o mendoso. Ma se tolgo le figure simboliche e rifletto non sulla funzione di aggettivo, ma su quella di sostantivo del termine, penso che i suoi sinonimi potrebbero essere superficialità, frivolezza, vacuità.

E cosa sono questi se non difetti?

In tale ambiguità non trovo conforto nel vocabolario che definisce la leggerezza come una “limitatezza di peso” ed anche una “mancanza di controllo nel comportamento, indice di scarsa serietà e di frivola noncuranza.” Sbagliato sarebbe pensare che la limitatezza di peso sia condizione necessaria affinchè si possa spiccare il volo. Non si vola perché si è leggeri, si vola perché, nella consapevolezza di ciò che ci tiene a terra, ci spogliamo della pesantezza dell’ignoranza. Della mediocrità. Della vaghezza. Continue Reading

RecensioniRubriche

Il Diavolo veste Prada – Lauren Weisberger

posted by Giulia gennaio 17, 2018 2 Comments

LIBRO O FILM?

Mi piace leggere i libri dopo aver visto il film perchè so per certo che il libro qualcosa in più me lo darà.

E così è stato anche per Il Diavolo veste Prada. 

Vidi il film diversi anni fa e non mi appassionò granchè. Rappresentava un mondo così lontano da me che mi pareva surreale e veramente troppo distante da ogni parvenza di vita vera….ma si può decidere di umiliarsi a quel modo, pensai.

Nonostante questo ho avuto la gran voglia di leggere il libro, forse proprio per capire come una storia così superficiale potesse essere divenuta un bestseller ed essere anche trasportato al cinema con un successo strepitoso.

Insomma, prendo questo libro e inizio a leggerlo.

In tre giorni lo finisco. Continue Reading

Libro-terapiaRubriche

Patologia: L’INSONNIA

posted by c4web gennaio 15, 2018 0 comments
DORMIRE RIGENERA

Sonno, stanchezza. S’arriva in fondo alla nostra lunga giornata con un solo e unico desiderio: DORMIRE.

Entriamo sotto le coperte, assaporiamo la gioia di stendere le gambe e affondare la testa sul cuscino. Si chiudono gli occhi: abbiamo tanto, tanto sonno. Ma qualcosa non funziona e… puff! Il nostro grande desiderio di riposo si trasforma nel peggiore degli incubi: ci giriamo e rigiriamo, le gambe diventano pesanti, gli occhi aperti scrutano le ombre della stanza.

Dopo ore passate nella disperazione, con la testa pesante e la voglia di riposare, finalmente ci appisoliamo e…implacabile arriva il suono della sveglia. Eh no! Come potremmo adesso affrontare di nuovo una lunga e intensa giornata senza la nostra scorta di sonno benefattore? Una tragedia.

Ci trascineremo come ombre per tutto il giorno, zombie in cerca di un letto dove sprofondare in un lungo sonno, con le voci delle persone che rimbomberanno nelle nostre teste come suoni lontani e fastidiosi, con la sensazione di galleggiare sopra il pavimento e non avere tregua fino alla sera.

Ma poi tutto ricomincerà. AIUTO! Continue Reading

Pensieri e riflessioni al crepuscoloUncategorized

C’era una volta una maestra

posted by Giulia dicembre 31, 2017 0 comments
Non ricordo quanti anni avessi quando decisi che da grande avrei fatto la maestra. Ero sicuramente molto piccola.

Mia mamma era maestra ed il suo lavoro mi sembrava meraviglioso; ciò che ci raccontava di quello che accadeva nelle classi quando la sera cenavamo tutti insieme, mi affascinava. La scuola, con i suoi colori, i suoi odori, i suoi suoni… era di per sè un mondo che mi attraeva e per di più amavo studiare: studiare è sempre stata per me ed è tutt’ora una passione persistente e indistruttibile.

Così, arrivata alla fine delle scuole medie, fu facile scegliere: volevo insegnare e perciò mi sarei iscritta all’ Istituto magistrale. Continue Reading

Recensioni

La verità sul caso Harry Quebert – Joel Dicker

posted by Giulia dicembre 29, 2017 0 comments

Quando un libro ti tiene incollata fino alle tre di notte…

Ho divorato questo libro, che è un malloppone, in pochi giorni. Come ho fatto?

Bè, semplicemente non riuscivo a smettere di leggerlo, trovandomi spesso a notte fonda ancora con gli occhi puntati su quelle pagine. Smettevo solo quando la palpebra cedeva…  ho dormito pochissimo negli ultimi tempi!

Joel Dicker è uno scrittore che non conoscevo prima d’ora e devo dire che con questo suo libro, che possiamo definire un giallo deduttivo, quasi un thriller, mi ha conquistata, perciò, sicuramente, acquisterò altri suoi libri. Continue Reading

Recensioni

Norwegian Wood,Tokyo Blues – Haruki Murakami

posted by Giulia dicembre 9, 2017 0 comments
Tante aspettative…saranno state ben riposte?

Ho aspettato alcuni mesi prima di iniziare questo romanzo che desideravo da tanto leggere.

L’ho guardato per tanti giorni lì, nella mia libreria, strinto tra molti altri libri già letti, senza mai riuscire ad iniziarlo. Dovevo infatti trovare il “momento” per intraprendere questa lettura perchè in essa riponevo molte aspettative, create principalmente dal fatto che mi è stato consigliato da una persona che stimo molto. Così ho atteso il “momento” che alla fine è arrivato e l’ ho divorato in pochi giorni. L’ho divorato nonostante non mi sia piaciuto così tanto.

E ora vi spiego il perchè.

La mia personale recensione

Norwegian Wood è un lungo flashback di Toru Watanabe, il protagonista dell’intera vicenda che, ascoltando per caso una vecchia canzone dei Beatles, Norwegian Wood per l’appunto, fa un salto nel passato e ci racconta la sua vita da studente universitario nella Tokyo degli ultimi anni 60.

Non saranno anni felici per Toru che si scontrerà varie volte con la morte la quale gli porterà via affetti molto car,i rendendolo così consapevole che essa non è l’epilogo della vita, ma una sua parte intrinseca.

Ho potuto leggere questo romanzo quasi tutto di un fiato perchè Murakami scrive in modo molto pulito e scorrevole.

I personaggi sono di una sincerità quasi sconcertante e l’autore è così bravo da far sì che le loro emozioni non debbano mai essere spiegate, perchè semplicemente le trasudano tramite le loro Continue Reading

E' un classico!Rubriche

L’insolita Jane

posted by Giulia novembre 13, 2017 0 comments
Uno stile diverso che mi ha conquistata

Da poco ho finito di leggere L’abbazia di Northanger, di Jane Austen, romanzo postumo della mia beniamina.

Avevo sentito parlare bene di questo libro e non dubitavo che, come gli altri, mi sarebbe piaciuto, ma di sicuro NON PENSAVO che mi avrebbe così sorpresa per il fatto di essere piuttosto diverso dallo stile tipico della Austen.

L’Abbazia di Northanger è un romanzo leggero, la cui lettura scorre veloce, i fatti si susseguono senza troppo pathos e i personaggi sono semplici e raggiungono i loro obiettivi senza grossi ostacoli. Detta così, sembrerebbe un libro banale e sempliciotto…

Ma ovviamenete così non è! Continue Reading

Pensieri e riflessioni al crepuscolo

Quanta fretta, ma dove corri…

posted by Giulia ottobre 30, 2017 2 Comments

Guardiamo troppo avanti e ci perdiamo il presente…

Ieri sera leggevo su Facebook un post di una mia cara collega scrittrice, nel quale, con poche semplici parole ha spiegato ciò che è anche il mio pensiero: oggi si va decisamente troppo veloci. Veloci in tutto.

L’autrice del post si riferiva in particolare al fatto che già ad ottobre siamo costretti a pensare al Natale, perchè già i negozi espongono articoli natalizi, già le pubblicità ci parlano del Natale.

Continue Reading

Recensioni

Tutta colpa di New York – Cassandra Rocca

posted by Giulia ottobre 16, 2017 0 comments

Quando ti ritrovi a leggere qualcosa che non ti appartiene

 

Metti la voglia di leggere un libro leggero dopo una serie lunghissima di classici;

metti il desiderio di volare a New York che si fa sempre più grande e nello stesso tempo irraggiungibile;

metti l’amore per il Natale e per l’atmosfera natalizia con tutte le sue luci, gli odori e i buoni sentimenti.

Mettici alla fine delle ottime recensioni…ed ecco che mi ritrovo a leggere un romanzo rosa che non mi appartiene e che non ha nulla a che fare con me.

Continue Reading

RecensioniRubriche

Il mio bambino non mi mangia – Carlos Gonzàlez

posted by Giulia settembre 5, 2017 2 Comments

Consigli per prevenire e risolvere il problema – Dedicato a tutte le mamme del mondo!

…incredibilmente alcune menti malate riescono a trovare il tempo per obbligare a mangiare alcuni bambini. (Carlos Gonzàlez)

Quante mamme si sono imbattute nel problema del far mangiare i figli? In quante si sono disperate fino all’esasperazione per fare ingurgitare quell’ultimo boccone al proprio figlio? In quante si sono mai chieste: “Mangerà abbastanza mio figlio?” Ecco, se ti ritrovi in tutto questo, ma anche se ancora non hai avuto esperienza con i bambini perchè ancora non sei mamma, ma lo diventerai, questo libro fa per te!

L’ho letto in due giorni e l’ho trovato meraviglioso. E’ l’ennesimo esempio che davvero i libri possono salvarti la vita! Continue Reading

Confabulando di poesiaRubriche

Un TI AMO meno scontato del solito

posted by Giulia agosto 28, 2017 2 Comments

Bè, che posso dire? Poche possono essere le parole da aggiungere a tanta poesia. Come già anticipato sul mio profilo instagram (@zugiuggi76) ecco qua una poesia di Julio Cortazar. E’ stato difficile scegliere tra le altre, perchè le poesie di questo autore le trovo tutte davvero speciali. Cortàzar usa le parole in modo sublime, ed anche se il senso delle frasi a volte sfugge, arriva diretto l’effetto che esse provocano a livello emozionale. Potrei paragonarlo ad un pittore che usa i colori in abbondanza, a volte definendo bene i contorni, altre volte lanciando sulla tela schizzi di tempera qua e là.

Buona lettura amanti della poesia! Continue Reading

Confabulando di poesiaRubricheUncategorized

La notte e l’Anima

posted by Giulia marzo 10, 2018 0 comments

In grembo alla notte nevosa, d’argento,
immensa si stende dormendo, ogni cosa.

Solo una eterna sofferenza è desta
dentro l’anima mia.

E mi domandi perché mai si tace
l’anima mia, senza versarsi in grembo
alla notte che sogna?

Colma di me, traboccherebbe tutta
a spegnere le stelle.

Rainer Maria Rilke

Confabulando di poesiaRubriche

Il rumore delle parole

posted by Giulia febbraio 19, 2018 0 comments

 

Chi sente molto, tace…

Chi di voi si è trovato senza parole perchè quelle parole tutte assieme facevano troppo rumore?

Mi succede di zittire la mie parole quando esse non completano il mio sentire, quando esse per qualche ragione che bene non comprendo non sono il filo conduttore tra la mia testa ed il mio cuore. Io, che sono fatta di parole, mi trovo sfinita nel loro rumoroso abbraccio senza potermene svincolare e in quell’abbraccio sento il richiamo del silenzio che mi culla dolcemente.

Non è mancanza, è abbondanza.

Poi quel rumore passa, ogni parola ritorna piena e solo allora posso di nuovo abusarne.

…chi vuole dire quel che sente, non sa quel che deve dire. Continue Reading