RecensioniRubriche

L’ ospite – Sthepanie Meyer

posted by Giulia dicembre 15, 2018 0 comments

Un tempo imprecisato, forse un futuro non troppo lontano. Un mondo apparentemente normale che invece cela una cruda realtà per la civiltà umana, preda di creature extraterrestri che parassitano il cervello delle persone, annientando le loro identità e di fatto, uccidendole, non nel corpo ma nella mente.

Questo è lo scenario distopico del romanzo della Meyer, che ho deciso di leggere a seguito delle buone recensioni lette qua e là sul web.

Stephanie Meyer la conoscevo grazie alla notorietà ottenuta qualche anno fa con la saga di Twilight; forse è stato un pò anche questo che mi ha spinto a leggere L’ospite, curiosa di capire come uno scrittore possa “continuare” dopo tanto successo. Perchè insomma, credo che non sia facile svincolarsi dalla fama, purificarsi da quella idea che la gente si è fatta e da ciò che si aspetta e il rischio di deludere è molto alto. Io stessa mi aspettavo di ritrovare personaggi fantastici alla stregua di licantropi e vampiri, che in Twilight hanno conquistato i cuori delle giovanissime (e non solo), nella loro rivisitazione lontana anni luce dalla visione gotica che li immaginava come creature disumane assetate di sangue e carne umana. Ma così non è stato (e menomale) e in L’ospite, la protagonista è un’umana anche se con il cervello alieno.

Inizialmente, la lettura, per come è strutturata la storia, ricca di digressioni e flashback che si alternano alla velocità della luce, non è stata semplice: non riuscivo infatti a capire chi erano i personaggi, cosa stessero facendo, chi era la voce narrante. Ho dovuto attendere un bel pò prima di avere un quadro più o meno chiaro della situazione, in tempo per non farmi abbandonare la lettura, che comunque è proceduta abbastanza lentamente. Questa stagnazione è conseguenza di un eccessivo dilungarsi dell’autrice, su aspetti della storia poco avvincenti, sui quali sarebbe invece stato il caso di tagliere corto. La sua verbosità non l’ho ritenuta funzionale allo svolgimento della trama, mi è parsa solo un riempitivo inutile e spesso controproducente. Dopo aver saltato alcuni passaggi e dialoghi (lo so, non si fa, ma mi annoiavo) oltre ormai la metà del romanzo, la storia mi ha finalmente catturata e sono arrivata alla fine in fretta, incuriosita da come sarebbe andata a finire. Nonostante le pecche sopra elencate, la trama è interessante e avrebbe meritato una rapidità maggiore, come riflesso della sua impronta comunque avvincente e dosata di una consistente tensione emotiva, purtroppo dispersa dalla ridondanza e dalla fiacca narrativa.

Ho ritrovato alcuni parallelismi con la saga di Twilight, come l’amore difficile tra creature diverse e una donna contesa tra due uomini. Anche i personaggi ricordano per alcune caratteristiche Edward, Bella e Jacob. Nonostante ciò, L’ospite è una storia più matura rispetto a Twilight e ritengo che da parte dell’autrice ci sia stato l’intento di far riflettere i lettori su una questione da sempre dibattuta: cosa è davvero l’amore? Ci si innamora del corpo o della mente? Oppure le due cose non sono scindibili?

L’autrice sembra voler rispondere al dilemma tifando per la mente, l’anima (e forse non a caso gli extraterrestri si chiamano proprio Anime). Ci si innamora della persona nel suo complesso, questo è certo. Ma al cospetto di un corpo privo di quella mente, di quelle sensazioni ed emozioni, di quel complesso unico e intricato che si chiama personalità, forse l’amore sfiorisce. Ed è così che voglio credere che sia. Perchè anche io desidero tifare per un amore che riesca ad andare oltre ciò che vediamo, che rimane intatto anche quando l’altro sfiorisce, che non si disperde se il corpo perde la sua bellezza. E come un cieco essere in grado di trovare l’ amore a tastoni, aggrappandomi alle emozioni che solo menti connesse possono instaurare.

Un consiglio: se decidete di leggere questo romanzo, acquistate la versione con il capitolo inedito, scritto dall’autrice in conseguenza della trasposizione cinematografica perchè altrimenti rimarrete con la curiosità di una parte decisiva della storia che non viene narrata e dovrete affidarvi alla vostra immaginazione per sapere come si è svolta.

Per acquistare la versione con il capitolo inedito clicca qui

Ti potrebbe interessare anche...

Leave a Comment